Posts tagged ‘Ricci Ivano’

Campionato di Serie C Raffa: la prima giornata

ASD Scandiccese

Sabato 24 novembre si è aperto il Campionato di Serie C di bocce specialità Raffa. 4 le squadre toscane in campo. Presso il Bocciodromo Tamiro Martelli di Scandicci si sono affronante la padrona di casa Scandiccese e la Migliarina di Viareggio. Per la Scandiccese sono scesi in campo gli atleti Ferlito Claudio, Caliendo Francesco, Casedda Francesco, Di Chirico Michele, Parravicini Gabriele e Ricci Ivano con dirigente Gucciardi Nicolò e allenatore Gosi Filippo.

ASD Migliarina

Per la Migliarina atleti: Billet Maurizio, Bertuccelli Sergio, Mallegni Antonio, Palmerini Paolo, Simonini Simone con dirigente Palmerini Claudio e allenatore Rossi Mario. Sotto l’attenta guida del Direttore di gara Ottavio Pederzini, la Società Scandiccese ha superato la Migliarina per 1 a 0. Cliccare qui per vedere le foto della giornata che ci ha inviato Mario Lombardini

ASD Pieve a Nievole

ASD Pieve a Nievole

La matricola Campigiana ha vinto in trasferta sul campo di Pieve a Nievole con il punteggio di 2 a 1.

Appuntamento domani sabato 1 dicembre con la seconda giornata del Campionato Serie C:  la Campigiana si misurerà con la  Scandiccese e la Migliarina con Pieve a Nievole. Derby inedito a Firenze fra le Soceità vincenti del primo turno. Dopo questa giornata si potrà già individuare una classifica più corrispondente alle ambizioni finali delle squadre partecipanti.

30/11/2012 at 12:02 Lascia un commento


Bocce in Toscana

Sportello Aperto

Polident Cup

SportHabile

Categorie

Bocce in Toscana su Twitter

Twitting

Slideshare

Pinterest

Bocce in Toscana su You Tube

Galleria Fotografica

Petanque in riva all'Arno

Petanque in riva all'Arno

Petanque in riva all'Arno

Petanque in riva all'Arno

Petanque in riva all'Arno

Petanque in riva all'Arno

Petanque in riva all'Arno

Petanque in riva all'Arno

Petanque in riva all'Arno

Petanque in riva all'Arno

Altre foto

La storia

Le prime tracce di un'attività ludica con le bocce possono essere fatte risalire al 7000 a.C., se si ritiene fossero impiegate per un gioco le sfere in pietra rinvenute nel 1961 nella città neolitica di Catal Huyuk in Turchia, che mostrano segni di rotolamento su un terreno accidentato; di esse peraltro l'archeologo inglese James Mellaart ipotizzò un utilizzo a scopo religioso. Più documentata è la pratica nell'Antico Egitto: pitture murali e geroglifici attestano che gli egizi erano soliti giocare con sassi arrotondati. Indizi ancora più chiari si trovano per la Grecia: già Omero racconta nell'Iliade che, davanti alle mura di Troia, Achille e i suoi compagni nelle ore di ozio facevano rotolare piccole sfere di pietra; nell'età classica il gioco era diffuso in tutta l'Ellade, praticato con pietre o piastrelle. (continuate a leggere su Enciclopedia Sport Treccani http://www.treccani.it/enciclopedia/bocce_%28Enciclopedia-dello-Sport%29/)

Bocce in Toscana su Anobii

Foursquare

Le bocce: fra esercizio fisico e benessere mentale (Adnkronos)

Flessibilità, equilibrio, elasticità e concentrazione. Sono le qualità che si richiedono a un vero giocatore di bocce. Questa disciplina, negli ultimi anni, ha coinvolto sempre più appassionati disposti a divertirsi sull’erba, sulle aie, sulle spiagge o sui campi regolamentari. Dai bambini fino a agli overAnta se ne parla come di uno sport in grado di esercizio fisico e benessere mentale. Fare movimento senza forzare i muscoli, camminare, fare flessioni e allenare le articolazioni. Le bocce, per i benefici fisici in grado di dare, sono simili alla ginnastica dolce che dona elasticità alle ossa e migliora la circolazione. Le bocce prevedono diversi tipi di giocate, lancio di avvicinamento e lancio di bocciata, e alcune varianti. Raffa, pentaque e volo sono le più conosciute e per ognuna esiste un regolamento preciso, disponibile sul sito ufficiale della Federazione italiana bocce. Lanciare la propria palla avvicinandola al pallino, oppure tentare di allontanare quella dell’avversario però, è sempre questione di concentrazione e conoscenza di se stessi. Sul campo poi ci si confronta continuamente con gli avversari e socializzare è naturale. Dallo scherzo alla discussione, il dialogo è costante. Giocare a bocce dunque fa bene al corpo e anche alla mente.

2T Sport

Le bocce in Toscana

QuintoZoom

Calendario

agosto: 2014
L M M G V S D
« lug    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Blog Stats

  • 196,730 hits

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 26 follower